Come prendere voti alti senza studiare per mesi

Quante volte ti è capitato di aver studiato per mesi e di aver preso un voto basso che non ripagava il tuo impegno? Leggi l’articolo per conoscere delle tecniche pratiche su come prendere voti alti senza studiare per mesi e rinunciare alla vita sociale.

Quello che fanno di solito gli studenti è iniziare a studiare tutto il libro senza pensare a cosa può davvero servire per l’esame.

Iniziano a studiare il libro o le slide come se fosse una poesia da imparare a memoria, ma non è così. :(

È molto riconosciuto il principio di Pareto, secondo il quale l’80% del risultato è dovuto ad un 20% di azione.

Questo principio è applicabile a qualsiasi campo, anche per gli esami universitari, quindi l’80% del voto dipende dal 20% degli argomenti totali del corso.

Pensaci un attimo! Vai ad assistere un’intera giornata d’esame e verifica che per l’80% delle domande totali che fa il prof, sono rappresentate da un 20% di esse.

In pratica fa sempre le stesse domande :)

Noi possiamo sfruttare questo principio a nostro vantaggio per alzare la media senza rinunciare alla vita sociale e stare chiusi in casa per mesi.

SELEZIONA GLI ARGOMENTI DA STUDIARE

Invece di iniziare a studiare tutto il libro, le slide, le dispense a memoria, bisogna selezionare gli argomenti che davvero servono all’esame.

Per farlo possiamo servirci delle domande d’esame prese precedentemente.

INIZIA DALLE DOMANDE D’ESAME

Iniziare a studiare partendo dalle domande d’esame puoi farti risparmiare davvero tanto tempo ed energie, perché stai iniziando da quello che effettivamente chiede il prof all’esame, non da quello che ha spiegato a lezione.

Abbiamo scritto un articolo su COME PREVEDERE LE DOMANDE D’ESAME, che può aiutarti davvero tanto sia nella raccolta delle domande, sia nella preparazione dell’esame basato sulle domande.

Partire dalle domande d’esame è un ottima strategia d’emergenza, ad esempio quando hai solo una settimana.

Ma è anche un’ottima base di partenza per la preparazione di un esame più impegnativo, perché ti permette di porre le basi su argomenti che altissima probabilità vengono chiesti all’esame.

Questo ti permette di memorizzare con maggior efficacia, proprio gli argomenti più importanti.

TROVA L’AGO NEL PAGLIAIO

Quando hai un libro lunghissimo da studiare, ad esempio i libri di testo da 500-700 pagine, quello che devi fare è andare a scovare quegli argomenti davvero importanti che fanno l’80% del voto d’esame.

Se hai seguito il corso, puoi ben intuire quali sono gli argomenti più importanti per il prof, e inoltre puoi immedesimarti in lui e chiederti “ma è davvero importante che lo studente sappia questa cosa per il mondo del lavoro?”

Farti queste domande può aiutarti anche ad immaginare le possibili domande che un professore può farti per aiutarti ad entrare preparato nel mondo del lavoro.

Anche se molti docenti sono chiusi nel mondo universitario e teorico, molti altri che lavorano per aziende sanno bene cosa è importante per il mondo del lavoro.

Per questo all’esame mettono attenzione proprio su quegli argomenti pratici che serviranno allo studente per il mondo del lavoro.

Insomma, concentrati su quegli argomenti che davvero possono aiutarti nel mondo del lavoro, che è quasi tutto pratico, perché sono quegli argomenti che il prof ti chiederà con attenzione.

SII IL PRIMO AD ENTRARE

Una tecnica davvero potente è quella di fare l’esame per primo! :)

So che può sembrarti strano, ma funziona.

Fare per primo l’esame alzerà tantissimo la possibilità di prendere un voto alto perché all’inizio i prof chiedono domande generiche, semplici e di solito lasciano parlare lo studente.

Questo perché all’inizio i professori partono col chiedere quegli argomenti principali che sono i fondamentali dell’esame (il famoso 80-20), mentre dopo iniziano a chiedere argomenti più difficili, andare nello specifico e spesso fanno domande impossibili.

Fai caso alle domande che fanno al primo esame, sono facili, semplici da rispondere, i professori sono più tranquilli e rilassati.

Insomma ci sono tutte le carte in regola per dover rispondere a delle domande di cui conosci bene la risposta, che non ti interrompano, e di prendere un voto alto per degli argomenti molto facili.

Dopo che un docente ha già svolto 10 esami diventa più irritabile, stanco, nervoso ed ha esaurito le domande principali dell’esame, perciò inizierà a chiedere argomenti che ha spiegato poco, pretenderà risposte molto specifiche e sarà più propenso a mettere voti bassi.

Evita a tutti i costi di essere tra gli ultimi, anche perché nel frattempo l’ansia ti consumerà e arriverai all’esame stanco mentalmente e fisicamente.

Se non puoi proporti di fare per primo l’esame, trova una motivazione ad esempio:

  • Devi andare a lavoro
  • Hai una visita medica

Leggi due nostri articoli sulla gestione dell’ansia:

DECIDI UN ARGOMENTO A SCELTA

Alcuni docenti fanno iniziare con un argomento a piacere, questa è un’opportunità da non farsi sfuggire per nessuna ragione.

Molto spesso, quando il docente chiede di iniziare da un argomento a piacere lo studente risponde: “mmmh non so, mi chieda lei qualcosa”

Errore :(

A quel punto il prof può chiederti qualsiasi cosa, perché gli hanno detto implicitamente che sei preparato benissimo su qualsiasi argomento, e quindi ti sei messo in difficoltà da solo.

Il giorno prima dell’esame stabilisci quale argomenti esporrai se il prof ti chiede di partire da un argomento a piacere, e preparalo al massimo.

Se partirai da quello, darai atto al prof che sei preparatissimo su un argomento (di solito uno dei principali), e metà dell’esame è fatto! :)

Riepilogo

  • Seleziona bene cosa studiare
  • Parti dalle domande d’esame
  • Fai l’esame per primo
  • Decidi un argomento a scelta

STUDIA DAL NOSTRO MATERIALE PER ALZARE LA MEDIA

Il Materiale Riassuntivo Strategico è specifico in base all’università che frequenti, in base al corso di Laure a e in base all’esame specifico.

Questo significa che all’interno troverai solo gli argomenti d’esame che verranno chiesti, evitando di studiare argomenti inutili o che ti fanno perdere tempo o ti creano solo più confusione mentale.

In pratica all’esame sarai più rilassata e tranquilla, perché avrai studiato tutto quello che ti chiederà il prof.

Trovi altri consigli interessanti sul sito di Andrea Giuliodori, Efficacemente.com.

Leggi altri articolo del Blog

Tecnica del focus per eliminare l’ansia prima dell’esame

Come gestire le distrazioni e mantenere la concentrazione

Come una routine mattutina per studiare meglio

Come prevedere le domande d’esame

Come ottimizzare il tempo per studiare

Tecnica dell’uccello per eliminare l’ansia per l’esame

administrator

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Image Found